Processo 6ix9ine: tutto quello che c’è da sapere

Processo 6ix9ine: tutto quello che c’è da sapere

processo 6ix9ine

C’è molto da sapere su questo processo, quindi stiamo per riassumervi tutto ciò che è successo la scorsa settimana.
Un anno fa abbiamo assistito alla caduta di Tekashi 6ix9ine, uno dei rapper più discussi degli ultimi anni. Con il suo look unico – capelli color arcobaleno e tatuaggi raffiguranti il numero “69” su tutto il corpo, incluso il viso – il giovane, nome reale Daniel Hernandez, era pronto per la celebrità. Ha portato il marketing musicale al livello successivo, dimostrando che avrebbe fatto qualsiasi cosa per scalare questo spietato settore. Sfortunatamente per lui, ha osato troppo per catturare l’attenzione di tutti. Il 23enne nativo di Brooklyn è finito per essere arrestato dai federali per il suo coinvolgimento nella banda dei Nine Trey Bloods, distribuendo droghe illegali, pianificando sparatorie e rapine e fornendo alla banda infinite quantità di denaro. 6ix9ine è stato uno degli artisti musicali più famosi del 2018 e tutto si è fermato in modo brusco con il suo arresto, mettendo a repentaglio tutta la sua carriera. Ora, il rapper sta affrontando quarantasette anni di prigione e sta facendo tutto il possibile per alleggerire la sua condanna. Avrebbe dovuto fare il nome di altre persone collegate ai reati e alla gang dei Nine Trey Bloods per uscire prima di prigione. 6ix9ine non ha avuto problemi nel farlo, dimostrandolo in questi giorni di processo, guadagnandosi il triste nominativo di “Snitch”.

Si è discusso a lungo di questo processo nell’ultima settimana Se sei confuso su quello che è esattamente successo negli ultimi giorni, ti abbiamo riassunto ciò che sappiamo sull’intero processo di Tekashi 6ix9ine.


Giorno Uno: testimone principale nel processo Jussie Smollett

6ix9ine carcere

6ix9ine è attualmente il testimone principale nel processo di Anthony “Harv” Ellison e Aljermiah “Nuke” Mack, due membri dei Nine Trey Gangsta Bloods ed ex affiliati del rapper. Ellison è stato accusato di aver rapito Jussie Smollet (attore e cantante statunitense) l’anno scorso e di aver rubato tutti i suoi gioielli, mentre Mack è accusato di vendere droga, tra cui eroina e MDMA.

Il primo giorno del processo è quasi privo di eventi. Tekashi 6ix9ine non ha preso la posizione di testimone, ma il suo nome è stato nominato in aula. Il processo è iniziato il 16 settembre con dichiarazioni di apertura e selezione della giuria.

L’avvocato di Ellison, Deveraux Cannick, ha parlato con il giudice mettendo in dubbio la credibilità di 6ix9ine ed avvertendo la giuria di non credere a tutto ciò che il rapper diceva. “Tutta questa faccenda del rapimento è una bufala.” disse Cannick.

 

Giorno due: accuse su Trippie Redd

Qui è quando tutto ha iniziato a crescere. 6ix9ine ha preso la posizione del testimone per la prima volta in questo processo, fornendo alcuni commenti su tutto ciò a cui ha assistito durante il suo periodo con la banda. Sapevamo tutti che avrebbe parlato, ma qualcuno si aspettava  che ci fosse questa informazione extra?

Uno degli eventi più significativi si è verificato quando il nome di Trippie Redd è apparso in una conversazione ma, prima ancora, ci sono stati alcuni discorsi tra 6ix9ine e la squadra di interrogatori. Era vestito con una tuta blu, rispondendo a semplici domande sulla sua educazione, coinvolgimento nella banda e altro ancora. 69 ammise di aver iniziato a collaborare con i federali “il giorno dopo essere stato arrestato”, osservando che non gli ci volle molto ad “infamare” i suoi ex amici. Dopo questo, Tekashi ha raccontato come ha iniziato la sua carriera musicale, lavorando come autista di autobus. All’epoca stava perfezionando il suo personaggio pubblico, che alla fine si sarebbe rivelato essere la sua rovina.

6ix9ine ha parlato della sua canzone “GUMMO”, che è stata riprodotta in tribunale, prima di parlare anche del perché lui abbia scritto la traccia. “È una canzone diss, verso un qualcuno con cui non vado d’accordo”, ha detto, facendo subito dopo il nome del suo rivale. “Trippie Redd faceva parte di Five Nine Brims.”

Potrebbe non essere stato necessario per 69 parlare dell’affiliazione di Trippie Redd con quella banda, ma nel grande schema delle cose, aveva senso. In seguito ha detto di aver ordinato alla sua gang di attaccare Trippie Redd. Dopo i loro diss online, secondo quanto riferito,  il manager di Trippie ha cercato di porre fine all’astio, ma Tekashi non lo ascoltò. Pianificò un elaborato attacco a Trippie Redd.

“Il manager di Trippie Redd ha detto che voleva calmare l’odio tra me e Trippie. All’epoca ero molto arrabbiato con lui, aveva già parlato abbastanza”, ha detto Tekashi in tribunale. Raccontò poi di aver aspettato che Trippie Redd uscisse dal luogo in cui stava facendo delle riprese e di aver seguito il suo furgone fino all’hotel. I suoi amici Shotti e Harv lo fecero rimanere in macchina e andarono a prendere Trippie Redd tirandogli un pugno in bocca.

 

Giorno Tre:  Sparatoria a Chief Keef & Dettagli sul rapimento

Il giorno più interessante del processo. Uno dei primi argomenti del terzo giorno ruotava attorno a un’enorme storia hip-hop dello scorso anno: la sparatoria a Chief Keef.

Tekashi69 ha ammesso di aver commissionato l’assassinio di Chief Keef, pagando uno dei suoi amici della Nine Trey per sparare al rapper della Glo Gang. La somma da pagare sarebbe dovuta essere di $20K ma, dato che Keef non è fu colpito, 6ix9ine afferma di avergli dato un totale di $ 10K.

Ha anche detto che, mesi dopo l’incontro con la banda dei Nine Trey per le riprese di “GUMMO”, diede loro un totale di $ 85.000 per sostenere i membri della banda dentro e fuori la prigione. 6ix9ine ha anche testimoniato che i soldi sarebbero stati usati per comprare armi da fuoco. Gran parte della giornata è stata dedicata alla discussione dei problemi interni alla banda, anche tra Harv e Shotti. “La banda si è divisa in quattro pezzi”, ha detto Tekashi. “Ci stavamo tutti attaccando a vicenda contemporaneamente. Mi hanno messo in una posizione in cui dovevo scegliere una squadra e ho scelto la squadra di Shotti.”

Più tardi, il rapper descrive dettagliatamente il giorno in cui è stato rapito. Un video dell’incidente è stato mostrato prima che 6ix9ine dicesse alla giuria che lui avrebbe supplicato i rapinatori di non ucciderlo. “Ti sto supplicando Harv”, ha ricordato Tekashi. “Gli sto dicendo:” Non sparare. Ti ho dato tutto. Ti ho messo i soldi in tasca.” A quel punto, 69 ha offerto ai suoi rapitori $ 100K per lasciarlo andare, ma hanno deciso di prendere semplicemente tutti i sui gioielli, mettendo tutto in una borsetta di Topolino. Fu allora che fuggì e cercò cure mediche.

 

Giorno Quattro: Jim Jones & Cardi B

Una giornata in cui venivano riprodotte diverse telefonate e altri nomi venivano fatti da 6ix9ine.

Uno dei casi più divertenti è stato quando Tekashi69 ha parlato della telefonata, riferendosi a Jim Jones come un “rapper in pensione” prima di “infamarlo”, confermando che è un membro dei Nine Trey.

Jim Jones non è stata l’unica celebrità ad essere stata “infamata”. Il mondo è rimasto a bocca aperta quando 6ix9ine ha nominato Cardi B. Inizialmente Takashi testimoniò dicendo che Cardi B era un membro di una divisione dei Nine Trey Bloods, ma nella trascrizione, che è stata rilasciata in seguito viene detto che 6ix9ine rivelò di sapere chi era il Cardi B e che sapeva che lei era una Blood, ma disse di non essersi ispirato a lei.

Alla fine della giornata di processo, Tekashi69 ha detto che spera di avere ancora molti fan.

 

Giorno Cinque: l’autista di 6ix9ine testimonia

Il quinto giorno di tribunale va al banco dei testimoni Jorge Rivera, l’autista di 6ix9ine. Racconta di alcune rapine, sparatorie e rapimenti a cui aveva assistito negli anni precedenti.
Descrive infine i momenti del rapimento di 6ix9ine da parte dell’imputato Anthony “Harv” Ellison.

Rivera stava guidando quando la loro auto, con a bordo 6ix9ine, è stata colpita da dietro. Si fermarono e si diressero verso il veicolo che li aveva colpiti. Scese un passeggero, continuò l’autista.

“Harv mi ha puntato una pistola e mi ha fatto entrare, accompagnandomi alla porta”, ha ricordato Rivera. “Pensavo che saremmo stati uccisi e derubati.”.

Anche l’autista di 6ix9ine, Jorge Rivera, si è dichiarato colpevole di crimini tra cui racket, possesso di armi e per il suo ruolo in vari eventi ricollegati alla Nine Trey.

Nei giorni successivi, il processo continua con l’ascolto di altri testimoni.

 

CONCLUSIONI

Secondo quanto riferito, 6ix9ine non vuole entrare nella protezione testimoni quando verrà rilasciato dal carcere.

Giovedì (26 settembre) Tekashi, che ha testimoniato contro i suoi ex compagni, membri dei Nine Trey Gangsta Bloods Anthony “Harv” Ellison e Aljermiah “Nuke” Mack, dice di rinunciare al programma di protezione dei testimoni in modo che possa continuare a vivere una vita piena di fama.

Nonostante artisti come Snoop Dogg, 50 Cent, The Game e altri lo etichettino come”ratto”, 6ix9ine secondo quanto riferito ha intenzione di tornare alla sua carriera musicale, pensando di poter riprendere il successo che ha già avuto.

Invece di cambiare il suo nome e il suo aspetto come molti credevano, 6ix9ine chiederà un servizio di protezione 24 ore su 24 per proteggere se stesso e i suoi familiari, che hanno ammesso di temere per la propria vita dopo la decisione di 6ix9ine di collaborare con le autorità federali.

La presunta decisione del rapper di respingere il programma di protezione dei testimoni arriva poche ore prima della conclusione del processo per Ellison e Mack.

Durante la sua testimonianza della scorsa settimana (19 settembre), l’artista dice “Spero di venire rilasciato dalla prigione all’inizio del 2020”.

 


 

Download WordPress Themes Free
Download WordPress Themes Free
Download Nulled WordPress Themes
Download Nulled WordPress Themes
online free course
download lenevo firmware
Download Best WordPress Themes Free Download
download udemy paid course for free

Tags: , , , , , , ,




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑