6ix9ine ammette di essere stato lui ad ordinare l’uccisione di Chief Keef

6ix9ine ammette di essere stato lui ad ordinare l’uccisione di Chief Keef

Attualmente siamo al terzo giorno di discussione sul processo Tekashi 6ix9ine, dove il rapper ha testimoniato in tribunale contro i suoi presunti rapitori. I fan sanno da quasi un anno intero che 6ix9ine sta collaborando con i federali, ma ora che sta affrontando una giuria, stiamo vedendo il rapper impegnato ad ottenere riduzione di pena tradendo i suoi collaboratori ed amici. Anche se ciò significa incriminarsi, 6ix9ine parla in totale sincerità in tribunale, ammettendo di essere stato lui a ordinare l’uccisione di Chief Keef.

Prima di discutere i dettagli del suo presunto rapimento e rapina l’anno scorso, Tekashi 6ix9ine ha parlato del tentativo di uccidere il suo rivale Chief Keef. Ricorderete, i due diventarono rivali dopo che 6ix9ine pubblicò un video online con Cuban Doll, che all’epoca si stava frequentando con Tadoe della Glo Gang. Si è sempre pensato che 6ix9ine abbia organizzato l’agguato a Keef, ma questa è la prima volta che lo sentiamo dire da se stesso, confermando tutto.

6ix9ine carcere

Secondo The Blast, il rapper dai capelli arcobaleno in tribunale ha ammesso di essere la mente dietro al tentato omicidio di Chief Keef fuori Times Square. L’artista, il cui vero nome è Daniel Hernandez, ha detto di aver offerto $ 20.000 per uccidere Chief Keef, ma dopo che i proiettili mancarono Keef, 6ix9ine abbassò il compenso a $ 10.000.

Tekashi 6ix9ine è attualmente sul banco dei testimoni per il terzo giorno consecutivo e gli aggiornamenti arriveranno a breve. Rimanete sintonizzati.

6ix9ine ammette di essere stato lui ad ordinare l’uccisione di Chief Keef

 


 

Download Premium WordPress Themes Free
Download Best WordPress Themes Free Download
Download Premium WordPress Themes Free
Download Nulled WordPress Themes
free online course
download samsung firmware
Download WordPress Themes
ZG93bmxvYWQgbHluZGEgY291cnNlIGZyZWU=

Tags: , ,




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑